Il problema del surriscaldamento HP6735s

4 01 2010

ATTENZIONE: Questa NON E’ UNA GUIDA ma solo un racconto di una esperienza personale. NON seguire niente di ciò che sta scritto qui, almeno che non sappiate cosa state facendo a vostro rischio e pericolo!

HP6735s è un laptop economico e Freedoss, cioè senza un SO preinstallato. Ideale per coloro che vogliono mettere su  un sistema GNU/Linux. Il computer in se, a livello di prestazioni  è di bassa/media gamma, quindi raccomandato per chi ha bisogno di un Laptop senza molte pretese ma che funzioni a dovere.  Il “lspci” è questo:

  • 00:00.0 Host bridge: Advanced Micro Devices [AMD] RS780 Host Bridge
  • 00:01.0 PCI bridge: Advanced Micro Devices [AMD] RS780 PCI to PCI bridge (int gfx)
  • 00:04.0 PCI bridge: Advanced Micro Devices [AMD] RS780 PCI to PCI bridge (PCIE port 0)
  • 00:07.0 PCI bridge: Advanced Micro Devices [AMD] RS780 PCI to PCI bridge (PCIE port 3)
  • 00:09.0 PCI bridge: Advanced Micro Devices [AMD] RS780 PCI to PCI bridge (PCIE port 4)
  • 00:11.0 SATA controller: ATI Technologies Inc SB700/SB800 SATA Controller [AHCI mode]
  • 00:12.0 USB Controller: ATI Technologies Inc SB700/SB800 USB OHCI0 Controller
  • 00:12.1 USB Controller: ATI Technologies Inc SB700 USB OHCI1 Controller
  • 00:12.2 USB Controller: ATI Technologies Inc SB700/SB800 USB EHCI Controller
  • 00:13.0 USB Controller: ATI Technologies Inc SB700/SB800 USB OHCI0 Controller
  • 00:13.1 USB Controller: ATI Technologies Inc SB700 USB OHCI1 Controller
  • 00:13.2 USB Controller: ATI Technologies Inc SB700/SB800 USB EHCI Controller
  • 00:14.0 SMBus: ATI Technologies Inc SBx00 SMBus Controller (rev 3a)
  • 00:14.2 Audio device: ATI Technologies Inc SBx00 Azalia (Intel HDA)
  • 00:14.3 ISA bridge: ATI Technologies Inc SB700/SB800 LPC host controller
  • 00:14.4 PCI bridge: ATI Technologies Inc SBx00 PCI to PCI Bridge
  • 00:14.5 USB Controller: ATI Technologies Inc SB700/SB800 USB OHCI2 Controller
  • 00:18.0 Host bridge: Advanced Micro Devices [AMD] Family 11h HyperTransport Configuration
  • 00:18.1 Host bridge: Advanced Micro Devices [AMD] Family 11h Address Map
  • 00:18.2 Host bridge: Advanced Micro Devices [AMD] Family 11h DRAM Controller
  • 00:18.3 Host bridge: Advanced Micro Devices [AMD] Family 11h Miscellaneous Control
  • 00:18.4 Host bridge: Advanced Micro Devices [AMD] Family 11h Link Control
  • 01:05.0 VGA : ATI Technologies Inc RS780M/RS780MN [Radeon HD 3200 Graphics]
  • 02:00.0 Ethernet controller: Marvell Technology Group Ltd. Device 4357 (rev 10)
  • 06:00.0 Network controller: Broadcom Corporation BCM4312 802.11b/g (rev 01)

Con Ubuntu 9.04/9.10 funziona quasi tutto Out-Of-The-Box. Bisogna abilitare  i  “Backports & Partner” per installare i Dirvere Wifi e Radeon.  Detto ciò, chi ha questo Laptop avrà notato che la ventola è sempre in funzione, molto rumorosa, ma molto,  e che le temperature oscillano tra 54°C con il pc in riposo fino a 83°C quando si vede un filmato in streaming in fullscreen (almeno per me). Essendo che la garanzia era scaduta e che non avevo nulla da fare mi sono immerso nella missione di capire e riparare il problema, quindi l’ho smontato…  😀  a prima vista il pc è questoMi sembrava tutto a posto, la barra che connette il CPU + S.V con il cooler è di rame (un buon conduttore termico, 390 W·m-1·K-1).. ok il cooler in se è in alluminio (un  conduttore termico buono ma non al livello del rame, 236 W·m-1·K-1) ma capisco che è una scelta per contenere i costi del pc. Quindi per quanto riguarda questi componenti non potevo farci più di tanto.  Sale la disperazione e le sigarette vanno via come l’acqua… Quasi rassegnato a dover montare il pc senza aver fatto nulla… puff… fui illuminato… la visione fu questa e nel retro della base la situazione era questa

in pratica la “L” che ho disegnato in verde, è una specie di camera che si forma quando il pc è assemblato e chiuso. In quel area ci sta CPU + S.V + Cooler + Ventola, cosi che il calore non transita nel resto del pc.  Però qua c’è un problema nel progetto !!! La ventola dove prende l’aria che dovrebbe mandare al cooler per raffreddare il tutto? La dovrebbe prendere da sotto e poi spararla verso “Uscita Aria”, ma sotto è tutto chiuso, tutto chiuso è anche nella “camera” a forma di “L”. Quindi in sostanza:

1) in quella “camera” si crea tutto il calore
2) la ventola non può prendere aria fresca da sotto
3) la ventola prende aria calda che poi spara al cooler che deve raffreddare
4) la ventola non funziona più come una ventola ma come una pompa

Qui ho detto “Dio benedica chi ha inventato il trapano” e ho fatto dei buchi. Il risultato è questo (non perfetto ma funzionante ) 😀Un altra cosa che ho notato sono quei adesivi neri che erano INCOLLATI (li potete vedere meglio nella seconda foto di questo articolo,  i rettangoli blu). Mi sono detto: se nel retro ci sono le fessure allora perché questi adesivi incollati? A che pro? Se prima hanno fatto quelle fessure e poi ci hanno incollato dei adesivi, tanto vale non averli fatto… Via via anche gli adesivi.. Altri buchi in arrivo.. 😀 😀

Ho montato il pc… attimi di ansia prima di accenderlo… Ho accesso una sigaretta ho chiuso gli occhi e ho acceso il Pc… al grido di “Datemi un trapano e vi sistemo il computer ”  controllo che tutto funzioni per bene. Il pc era/è silenzioso, si riscalda pochissimo (in riposo siamo sui 47/48°C ), quando guardo qualche film in streaming e in fullscreen non supera 65°C con benefici non solo per la batteria ma anche per le mie orecchie e miei nervi. Scusate se è poco… 😛

CONCLUSIONE:

* Penso che il PC in se è buon ma, progettato una po alla minchia.. Quei adesivi e quei buchi che mancano sono roba da prima elementare..
* Dando a Cesare quello che è di Cesare, bisogna dire che l’assistenza del HP mi ha sorpreso in positivo. Prima che scadesse la garanzia (circa un mese fa ) stavo avendo problemi con la batteria che durava si e no 15min. Ho chiamato loro spiegando la situazione, e senza farmi nessuna storia  il  giorno dopo mi hanno portato una nuova batteria. Tanto di cappello, bravi !

Il pc in questione è stato comprato 12/2008 non so se le versioni successive di questo prodotto hanno questo problema o no (la mancanza dei buchi di aspirazione e dei adesivi ) Fatemi sapere.

Per chi gli interessa ho trovato (giusto ora) QUESTA ottima guida su come si smonta questo pc.

EDIT:  Da quanto detto da “OmO” riporto qui una foto del retro della tastiera





Sulla scia di UbuntuWinTv

24 10 2009

Delicast

Questo articolo più che una guida è una segnalazione. L’altro giorno girando in internet per caso mi sono imbattuto su questo sito “DeliCast” e sono rimasto a bocca aperta. Per chi di Voi a seguito il mio ultimo articolo e soprattutto chi è stato abbastanza curioso ad approfondire UbuntuWinTv sul link ufficiale saprà che è possibile non solo registrare i nostri programmi preferiti ma anche aggiungere nuovi canali Radio/Tv, ecco dove il sito DeliCast ci torna utile. Questo sito è molto organizzato e benfatto. Si può consultare in ben 13 lingue diverse, si può scegliere tra programmi Radio o Tv, possiamo filtrare la ricerca per categorie (sport, film, cultura ecc), possiamo filtrare i canali per continente (Europa, Asia, Africa, America), possiamo filtrare i canali per il paese (Italia, USA, UK, Albania ecc), insomma chi più ne ha più ne metta. Ci sono due modi per sfruttare le potenzialità di questo sito:

1. Primo Metodo (Quello classico)

Click direttamente sul link del canale che ci interessa, al 90% dei casi, il canale si aprira con Totem, essendo Totem il Player predefinito per aprire i link “mms” su Firefox. Qui io (ma è un consiglio personale) ho modificato il Player di default da Totem in VLC. Ecco come:

Da Firefox andiamo su Modifica – Preferenze – Applicazioni – cerchiamo MMS – Azione – Usa Altro e andiamo su /usr/bin/vlc . E’ più semplice da farsi che da dirsi, ecco qua un immagine

444e poi

333Fatto, ora provate ad aprire un canale dal sito DeliCast cliccando semplicemente sul un link, dovrebbe partire VLC. 😉

2. Secondo Metodo

Supponiamo che ci sono dei canali chi ci interessano molto e che quindi seguiamo molto. Per non passare ogni volta dal sito – link – aspetta VLC ecc, allora possiamo sfruttare UbuntuWinTv. Come? Apriamo il canale in questione dal DeliCast – si aprirà VLC, ora ci basta copiare l’indirizzo mms,  (faccio prima con una immagine mi sa)

555Una volta che abbiamo l’indirizzo ci basta aggiungerlo in

UbuntuWinTv – Canali Utenti TV – Aggiungi

NOME CANALE  & Indirzzio_del_canale

oppure

UbuntuWinTv – Canali Utenti Radio – Aggiungi

NOME CANALE  & Indirzzio_del_canale

Salviamo e Chiudiamo. Per ora è tutto… Buona Visione!!!





Radio/Tv in streaming con UBUNTUWINTV

22 10 2009

Rai-diretta-Ubuntu-05

AGGIORNAMENTO, è uscita la versione 0.7 application !!!

Ragazzi questo “applet” ora mai è una vera propria APPLICAZIONE è una cosa figissima… Grazie al Ubuntuwintv è possibile di guardare in streaming molti canali TV senza dover passare dal sito madre. Per di più le dirette RAI con ubuntu non si possono vedere in quanto è necessario Silverlight V2, mentre per noi la versione è solo quella V1.0.1 UbuntuWin è un gioco di parole che sta a significare che la sfida tra Ubuntu e Windows la vincerà Ubuntu.

Quello che ci serve è la versione di VLC 1.0 o superiore  e il .DEB di ubuntuwintv

( Su Ubuntu 9.10 Karmik Koala questo passaggio non è fondamentale essendo che di default ce già la versione 1.0.2 )

1. VLC versione 1.0.0  o superiore, se lo avete già passate al punto 2, se no fatte cosi:

sudo gedit /etc/apt/sources.list ed aggiungente

deb http://ppa.launchpad.net/c-korn/vlc/ubuntu xxx main
deb-src http://ppa.launchpad.net/c-korn/vlc/ubuntu xxx main

Al posto di XXX mettete la vostra versione di Ubuntu ( jaunty, interpid, hardy)

sudo apt-key adv –keyserver keyserver.ubuntu.com –recv-keys 7613768D

* * * Occhio davanti a “keyserver” & “recv” i  “-” sono due e non uno quindi è (meno meno)

sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade

Se proprio non avete VLC sul vostro Ubuntu, allora installatelo con il solito:

sudo apt-get install vlc

2. Scaricare ubuntuwintv ed installatelo con un semplice doppio click:

Per Ubuntu 9.04 da QUI &   Ubuntu 9.10 da QUI

3. Riavviare il sistema

Fatto !!!Ora dovete vedere una cosa tipo cosi

Link Ufficiale

Discussione sul forum

EDIT: Per il fatto che UWT è un applet e non un programma,  per chi usa KDE o LXDE il punto “3” non va a buon fine, non disperatevi cè sempre una soluzione. Dal terminale dare   ubuntuwintv.py run-in-window. Su LXDE 9.10 se per caso quando date questo comando non parte nulla allora dovete installare python-gnome2 invece per KDE 9.10 non avendolo non l’ho ancora testato ma dicono che non ci dovrebbe essere nessun problema.

EDIT2: Con la nuova versione V0.7 è cambiato il modo per aggiungere/rimuovere i canali. Il gioco è facile, andiamo su Canali Utenti TV – Aggiungi – poi qua ci sono due possibilità (guardare la foto sotto)

v07

EDIT3: Per gli utenti KDE bisogna modificare il file ubuntuwintv.py in /usr/bin/, quello che bisogna fare è aggiungere un # davanti alla riga 15 (cioè questa qua “import gtk, wnck, webbrowser”), salvare e riavviare. Testato su KDE 9.10

Link della discussione qui





Sopcast su Ubuntu 9.04 e 9.10

22 10 2009

ccc

Finalmente anche su Ubuntu possiamo vedere le nostre amate partite tramite sopcast, e non è cosa da poco. Personalmente mi scocciava il fatto che ogni volta dovevo entrare su win. no no no… Finalmente grazie all’aiuto del forum ora sopcast è realtà. L’installazione è molto semplice, ecco qua come:

ATTENZIONE: Su Ubuntu 9.10 ce un problema di dipendenze con la libreria libstdc++5 essendo che Karmic usa ++6. La soluzione è quella di scaricare ++5 di Jaunty e installarlo su Karmic. Andate QUI scegliete quello per la vostra architettura i386  per 32bit. Da li in poi potete seguire la guida senza nessun problema.

Per i 64bit mi è stato segnalato da “LoSufo”, che ringrazio, che la procedura è un altra, cioè questa qua: Su architetture amd64, il file libstdc++5 da installare è quello per architetture 32 bit. Dal deb vanno estratti i file libstdc++.so.5.0.7 e libstdc++.so.5 nella directory /usr/lib32, altrimenti on va.

1. Scaricare e installare con un doppio clic sp-auth da  QUI

2. Scaricare e installare con un doppio clic sopcast-player da QUI

3. Aprire una scheda di Firefox ed eseguire queste operazioni (vi consiglio di copiare le operazioni di questo passaggio su un editore di testo)

-Digitare   about:config nella barra degli indirizzi

-Clic destro -> New -> Boolean
-Digitare    network.protocol-handler.external.sop
-Impostare il valore a   true

-Clic destro -> New -> String
-Digitare       network.protocol-handler.app.sop
-Inserire il precorso dello script   /usr/bin/sopcast-player

4. Riavviare Firefox. La prima volta che aprite un link SOPCAST vi verrà fuori una finestra di Firefox – fare Sfoglia – andate su /usr/bin/sopcast-player
5. Solo quando avete verificato che tutto funziona, al prossimo link di sopcast che aprite spuntate “Ricorda Questa Azione”

EDIT: Per ora ce un piccolo BUG, quando si apre sopcast vengono fuori due finestre video, ma vi basta minimizzare uno o allargare una delle due. Oppure ce un altra soluzione, andate su Modifica – Preferenze – spuntate USA UN PLAYER ESTERNO, li di default ce mplayer io ho messo VLC (perche sono innamorato di lui) Con la nuova versione di sopcast-player questo BUG non ce più (per fortuna)

Link ubuntu-forum

Segnalo QUESTO link per gli amanti dei repository, vi basterà aggiungere il repo di cui si parla nel articolo e poi installare i due pacchetti semplicemente dal terminale





Snellire Ubuntu Gnome, perche no..?

22 07 2009

htop

Come bene sappiamo esistono un bel po di DE per Ubuntu (Gnome, KDE, LXDE, Xface, E17), uno diverso dal altro, e ognuno con caratteristiche diversi. Personalmente sono amante di Gnome, ma  da quando ho visto la differenza del  uso della CPU & RAM rispetto a LXDE sono rimasto un po cosi… Come posso snellire il mio amato Gnome sul PC fisso? Che fare? La prima cosa che mi è venuto il mente era Compiz, Bluez (bluetooth) e qualche altro programma che non avevo mai usato, ma non bastava… Dopo settimane di prove e letture di varie guide e consigli sono arrivato a ridurre l’uso  della CPU/RAM di quasi 50 %, vediamo come. Questa guido può essere applicata anche per il LAPTOP ma bisogna starci un po attenti a quello che si disinstalla in rapporto alle vostre esigenze e supporto hardware. Nella guida userò speso e volentieri SYNAPTIC per vari motivi, come praticità, scelte delle singole libreria che devono o meno essere disinstallate ecc. Quindi gli amanti del terminale stiano calmi sono ancora uno di loro 😉

1. Compiz (chi lo usa o non riesce a fare almeno salti questo passo)

Da Synaptic cercare “compiz” e disinstallate tutto ciò che è installato

2. Bluetooth

Da Synaptic cercare “bluez” e disinstallate tutto ciò che è installato meno libbluetooth3 (occhio lo ripeto la libbluetooth3 NO, se no vi disinstalla un bel po di librerie utili e indispensabili tra cui nautlius )

3. Laptop (solo per PC-Desktop)

Da Synaptic cercare “laptop” disinstallare tutto meno dhcp3-client, gnome-applets, ntpdate, sensor-applet questo ultimo fa parte di  lm-sensors

4.  Disinstallare tutti quei programmi che non ne abbiamo mai fatto uso e che non ne faremo mai. Personalmente ho tolto questi, ma voi togliete i vostri: FATTE ATTENZIONE A NON RIMUOVERE QUALCHE PROGRAMMA CHE VI SERVE !!!

evolution, ekiga, vino, hpijs, hplip, ubuntu-docs, gimp-help-common, gnome-games, gnome-games-data, tsclient e altri che ora non mi ricordo 😛

5. Installiamo bum (boot up manager) e togliere la spunta alle seguenti voce  SOLO PER I PC DESKTOP, non per il Laptop

pppd-dns, rsync, acpi-support, cron, atd, bootlogd, stop-bootlogd

6. Per chi ha una scheda grafica integrata INTEL ora viene la parte del installazione dei “driver xserver-xorg intel”

sudo gedit /etc/apt/sources.list

aggiungiamo alla fine   deb http://ppa.launchpad.net/xorg-edgers/ppa/ubuntu jaunty main notare bene che questo repo è per Jaunty, se avete un altra versione sostituite jaunty con la vostra.

sudo apt-get update

fatte gli aggiornamenti che vi verranno fuori e RIAVVIATE. Qua vedrete (tramite top o htop) che il consumo della RAM si abbassa di 40MB mica male… 😀

8. Usiamo programmi leggeri.

Video – VLC

Audio – Audacious

Web-browser – Icecat

Messaggistica – Pidgin  QUI è QUI due link utili dal blog di Guiodic per personalizzare al meglio il vostro Pidgin

Fatto queste cose il consumo di CPU/RAM del mio Pc è passato da 240MB Ram a 106MB  😀

P:S Aspetto i vostri consigli e critiche, l’obbiettivo della guida non è essere infallibile ma fare una guida utile e funzionante!





No a Facebook !!!

25 02 2009

Facebook

facebook41

E’ bello Facebook, no? Ti scrivi con gli amici, chatti, condividi foto & video… Ci sono cose da dire su Facebook, sia in positivo che in negativo, con un bel rapporto 1P/100N  🙂 Senza andare troppo nel specifico e senza polemizzare molto, vi spiego due belle cosette…

Positvo:

– Ognuno ha le sue idee…  Quindi ognuno trova le SUE cose positivo in questo “Social Network ”

Negative:

Ehh ehh qua Vi volevo  🙂

– Sapette che secondo il nuovo TOS (condizioni d’uso)  ” tutto quello che postate/pubblicate  su Facebook,  diventa proprietà di Facebook “ … ? Quindi ogni vostra foto, commento, poesia, una soluzione matematica che pubblicate, e che ne so io, diventa proprietà di Facebook. Cosi può capitare che un giorno aprite un libro e vedete pubblicato una foto che avete fatto voi, una poesia che avette scritto voi, un programma Software, ecc ecc voi non avete nessun diritto, perché quello ce li ha Facebook. Non male… Per maggior informazioni basta cercare su GOOGLE e ne vedrete delle belle…

– Sapete che non basta Disativare il proprio account su Facebook per cancellarsi? Voi direte che significa… In pratica se io disattivo il mio account da Facebook, io non posso più entrare più sul mio account, non posso più scrivere, non mi arrivano più i 1000 mail ” X dice a Y”  “X ha messo una foto” e chi più ne ha più ne metta (e fin qui tutto normale) MA.. e si perché ce il “ma” , TUTTE (e dico tutte) ciò che avevo scritto/pubblicato/commentato ecc ecc rimangono nei server di Facebook. Quindi anche se io mi sono disattivato, qualsiasi persona che ha Facebook,  può andare  su Google scrivere il mio Nome Cognome Facebook e ualaaaa Tutto come prima, può vedere le mie foto, i miei amici ecc ecc ecc… I miei amici continuano a leggere tutti i vari commenti miei che avevo fatto ecc ecc..  Bello no? Sopratutto in un epoca in cui si parla sempre di più sulla “Legge sulla Pravacy” la pravacy non solo viene meno ma non ce proprio

– Grazie a Facbook, molta molta gente sta entrando, in modo inconsapevole, nella strada che porta dritto dritto alla dipendenza di Facebook. Quanti di noi conoscono persone che passano ore e ore su questo cosi detto “Social Network”, di persone che non possono farne a meno (anche se a detta loro, ne possono fare a meno quando vogliono), che non perdono occasione di scrivere (lavoro o casa è indifferente), insomma di gente che è malata di Facebook. E’ questa è una cosa che, secondo me, ci deve far riflettere a tutti .. ( ma è pur sempre una cosa soggettiva)

– E’ che dire della scelta da parte di Facebook di non autorizzare l’inscrizione a persone “politicamente scorreti” perché fanno paura al sistema politico/economico solo perché dicono la verità su molte cose, cosa che i giornalisti d’oggi non sanno più cosa sia… Di cancellare le foto di una mamma che allatta il suo bimbo perchè ritenuta “foto oscena” … Però quando si apre un gruppo su Provenzano, Rina ecc ecc, quando si elogia la MAFIA, quando si chiede “Santi Subito” per costoro, ignorando spudoratamente i fatti del  23/05/1992 & 19/07/1992 (che nessuno mi  venga a chiedere cos’è successo in quei due giorni li, se no mi arrabbio 🙂 ), allora si che va bene… Nessuno rimane offeso…

– Personalmente mi sono ROTTO che tutti fanno i c… di tutti, anche non volendo, chi ha scritto a chi, chi ha detto cosa, che sta facendo il tipo in questo momento ecc ecc.. Se scrivo a un amico, altri 200 persone vengono informati che io ho detto xxx a tizio (ovvio, messaggi privati esclusi)… Cosi, ti fanno diventare per forza uno SPETTEGOLO… altro che i paesini di periferia, qua è tutto il mondo che fa i affari tuoi… Scusate se è poco ma Io dico BASTA a Facebook !!!


Come Disattivarsi Definitamente da Facebook

Modificare i propri indirizzi e-mail del proprio account Facebook, eliminandoli tutti tranne quello principale [es xxx1@yyyyyy.com]
Disattivare il proprio account (xxx1)
Registrare un nuovo indirizzo email [es. xxx2@yyyyyy.com], che useremo al solo scopo di cancellare il nostro account xxx1 su Facebook.
Andare nella homepage di Facebook e registrare un nuovo profilo xxx2 e come indirizzo e-mail mettiamo xxx2@yyyyyy.com e compilare SOLO i campi obbligatori, preferibilmente mettendo informazioni non vere (nome =abcd, cognome = efgh, e cosi via)
Andare nelle impostazioni del nuovo account (xxx2) e modificare l’ indirizzi e-mail. In questo caso dobbiamo aggiungere un nuovo indirizzo e-mail ed impostarlo come principale, e useremo il vecchio indirizzo del primo account (xxx1) cioè  [xxx1@yyyyyy.com]
Andiamo nella inbox di xxx1@yyyyyy.com e clicchiamo sul link di conferma per, appunto, confermare l’esistenza di quell’indirizzo. In questo modo non potremo più riattivare il vecchio account, in quanto quell’indirizzo e-mail è stato associato ad un altro account (al xxx2)
E infine dobbiamo impostare xxx1@yyyyyy.com come indirizzo principale per xxx2, mentre possiamo cancellare dalla lista l’indirizzo xxx2@yyyyyy.com
Come ultimo passaggio, disattiviamo il secondo account creato (xxx2)

*** Tramite questa procedura, tutte le informazioni che avevamo inserito nel nostro primo account xxx1 non saranno più accessibili da terzi (l’indirizzo e-mail xxx1@yyyyyy.com col quale era stato registrato xxx1 è ora utilizzato per un altro account xxx2), e il nostro nuovo account fittizio xxx2 non conterrà più alcuna informazione personale ( ovviamente se in fase di registrazione xxx2 abbiamo compilato solo i campi obbligatori, e magari con dati fittizi).

Questa guida per la disattivazione, lo presso dal Blog di Deviantdark che ringrazio in anticipo per la ottima guida da lui svolto…





Flash & Java & Addons per Icecat

21 02 2009

Icecatlinux_logo221

Che cos’è Icecat? Perché usare Icecat e non Firefox? Ma cè davvero bisogno di un altro Browser? E bene si,  altra gente prima di me ha spiegato meglio di quello che potrei fare io, quindi spiego in due parole (molto terra – terra):  Icecat è un Browser derivato da Fierfox, visto da fuori Icecat è tale e quale a Firefox, ma molto molto più leggero, facendoci risparmiare un sacco di RAM e di Risorse, ecc ecc… Qui tratterrò  in modo semplice e senza tante spiegazioni come  installare Icecat e come installare Flash, Java, Componenti Agguntivi su Icecat.

Per chi è interessato di sapere di più su Icecat, Vi invito di leggere qualcosa di molto più dettagliato QUA oppure dal Sito Ufficiale di Icecat

1. Installare Icecat

* Scaricare da QUI e salvare sulla Scrivania la versione già precompilata di Icecat, ( prima selezionate la versione 3.5.7 poi scaricate il file icecat-3.5.7-i386.tar.bz2 ) scompattatelo con un semplice tasto dx-estrai qui. Ora spostiamo la cartella appena  estratta in /opt. Per fare ciò, apriamo il Terminale e diamo questi comandi:

$ cd Scrivania
$ sudo mv icecat-3.5.7-i386 /opt

* Cambiamo la lingua in Italiano. Per prima cosa facciamo partire Icecat dando dal terminale:

$ sudo /opt/icecat-3.5.7-i386/icecat

Usando Icecat come broswer, andiamo QUI e installiamo la lingua Italiana semplicemente cliccando sulla scritta  Langpack Multipiattaforma (non cliccate su DOWNLOAD). Fatto ciò, al prossimo avvio, il nostro Icecat non sarà ancora in italiano,  non vi preoccupate.  Per rimediare a questo problema, apriamo un foglio di testo ci incolliamo dentro queste righe, chiamiamo il file  Icecat.desktop e  lo salviamo sulla Scrivania:

ecco qua le righe:

[Desktop Entry]
Version=1.0
Name=Icecat Web Browser
Name[it]=Icecat Browser Web
Comment=Esplora il web
GenericName=Web Browser
Exec=/opt/icecat-3.5.7-i386/icecat -UILocale it-IT
Terminal=false
X-MultipleArgs=false
Type=Application
Icon=/opt/icecat.png
Categories=Application;Network;
MimeType=text/html;text/xml;application/xhtml+xml;application/xml;application/vnd.mozilla.xul+xml;application/rss+xml;application/rdf+xml;image/gif;image/jpeg;image/png;
StartupNotify=true

Salvate & Chiudete

Ora, salvate questa immagine sulla vostra Scrivania

Icecat

Dal Terminale:

$ cd /
$ cd Scrivania
$ sudo mv icecat.png /opt

Occhio, affinché funzioni dobbiamo far si che la cartella icecat-3.5.7-i386 sia in /opt e  che l’immagine che vogliamo utilizzare come icona si chiami icecat.png e si trovi in /opt. Se qualcuno si sta ancora chiedendo il  perché e come mai, basta che legga con attenzione quello che abbiamo incolato prima dentro al file Icecat.desktop

– Ora dovreste avere sulla Scrivania un icona del Broswer Icecat, se per caso non lo vedete basta fare  “Termina Sessione” e rientrare di nuovo su Ubuntu.

– Questo nuovo file ora lo possiamo copiare in /usr/share/applications, in tal modo (qualsiasi sia il nostre DE) vedremo Icecat spuntare nel nostro menù. Per fare ciò, dal Terminale dare:

$ cd Scrivania
$ sudo cp Icecat.desktop /usr/share/applications

Fatto, ora abbiamo il nostro Icecat Broswer installato e in lingua Italiana, infatti se andiamo su Applicazioni – Internet vedremo presente anche Icecat

Questa parte appena trattata, diciamo la verità, non è farina del mio sacco… Lo presso dal Blog di Streetcross io lo solo modificata in parte, tagliando  delle spiegazioni  e cercando di venire in contro più possibile a un utente Ubuntu poco pratico nel mondo Linux.  Nella speranza che lo Zio Streetcrosscool io andrei avanti con l’installazione di Flash & Java & Componenti Aggiuntivi non mi denunci, quereli o peggio ancora che non mi faccia un offerta che non potrei rifiutare

2. Installare Flash su Icecat:

* Andiamo QUI, selezioniamo Linux è scarichiamo il file .tar.gz

* Estraiamo semplicemente con  tasto dx – estrai qui.   Dentro ci sono due file, uno di quelli è  libflashplayer.so Dal Terminale:

$ sudo nautilus

Lavorando esclusivamente sulla finestra di nautilus, copiamo il file libflashplayer.so e lo incolliamo nella cartella /opt/icecat-3.5.7-i386/plugins

* Riavviate Icecat

EDIT:  Qualcuno ha avuto problemi con questo modo di installare FLASH, se cosi è anche con voi allora l’unica risposta è GNASH. Si vede che in qualche modo avete installato GNASH che entra in conflitto con libflashplayer.so. Nessun problema, basta disinstallare GNASH con il solito

$ sudo apt-get remove gnash

3. Installare Java su Icecat:

* Scarichiamo da QUI il file  j2re-1_4_2_19-linux-i586.bin e lo salviamo sulla Scrivania

Dal Terminale:

$ cd Scrivania
$ sudo mv j2re-1_4_2_19-linux-i586.bin /opt
$ cd /
$ cd /opt
$ sudo sh j2re-1_4_2_19-linux-i586.bin
$ sudo ln -s j2re1.4.2_19 java
$ cd icecat-3.5.7-i386/plugins
$ sudo ln -s /opt/java/plugin/i386/ns610-gcc32/libjavaplugin_oji.so libjavaplugin_oji.so

* Riavviate Icecat

EDIT: per chi ha usato Icecat.deb di Streetcross, l’unico modo che ho trovato finora per far funzionare JAVA è quello di installarlo java come qui sopra, cambia solo il penultimi comando che diventa:

$ cd / && cd /usr/local/lib/icecat-3.5.6/plugins

4. Installare Componenti Aggiuntivi su Icecat:

Andate sul sito di Componenti Aggiuntivi Firefox e li installate come avete sempre fatto su Firefox

Tutto qua (per ora). Ringrazio molto chi davvero si è sbattuto per trovare e creare le guide di cui io non ho nessun merito, il mio unico merito se cosi si può dire, è di aver raccolto un po’ qua e la le varie soluzioni e di averli messo su questo blog.